Immagini e storia attraverso le cartoline d'epoca

Regione Piemonte – Parco Naturale val Troncea: Quaderni del Parco, n. 4.

Il Parco e i suoi dintorni: Usseaux – Pragelato – Sestriere

- Immagini e Storia attraverso le cartoline d’epoca

 

Fra le numerose pubblicazioni che in questi tempi presentano i vari siti olimpici, un posto a sé merita la bella raccolta di cartoline d’epoca commentateda testi storici appropriati, scelti con grande sensibilità da Elisa Poncet, curatrice dell’opera. La raccolta è dedicata alla memoria di Alex Berton, ricordato, nell’introduzione di Carlo Scarpa, come “Una persona che ha difeso strenuamente, con grande impegno e passione, questa identità culturale, mai da lui intesa come un retaggio superato, ma piuttosto come occasione di crescita per il presente ed il futuro di queste valli”.

Tale è anche lo scopo che la ricerca si prefigge. Le immagini di Usseaux, Pragelato e Sestriere illustrano queste località come si presentavano all’incirca negli anni compresi fra il 1850 e il 1950, mentre i testi, attinti in buona parte da scrittori locali, da cronache dell’epoca e memorie di viaggiatori, compongono, attraverso una infinità di notizie, un quadro completo di vita vissuta, risalente indietro nei secoli, dal quale emerge il forte carattere degli abitanti, il rispetto per il territorio e l’attaccamento alle tradizioni.

Sfogliando le pagine della raccolta, impreziosita da una bella veste tipografica, il lettore scoprirà quali sono stati i mutamenti subìti nel corso degli anni da questa tère da Vèi, ma anche il percorso compiuto dalla dzent, che qui è vissuta. Nel considerare la vita reale di quei tempi, quale si esprimeva attraverso ogni attività di questa gente di montagna, non si può non provare ammirazione per quelle generazioni di uomini e donne, caratterizzati da profonda religiosità, che, in un ambiente naturale, ora prodigo, ora ostile, hanno affrontato con coraggio e tenacia una vita difficile, ma ricca di valori morali.

Dal punto di vista paesaggistico il confronto con la realtà odierna è impressionante.

I campicelli a scacchiera coltivati “secondo la saggezza degli avi” sui versanti a solatìo; le ampie distese innevate solcate da abili sciatori locali; il solitario albergo “Baraccone” sul colle; gli attendamenti militari che spiccano fra i prati; l’obelisco commemorativo della “rotabile” napoleonica, già strada reale; la lapide a ricordo del cavallo Omero: sono immagini che destano commozione e grande rispetto per il lavoro dell’uomo e le imprese pionieristiche del passato.

La scelta dei testi, compiuta dalla curatrice dell’opera con paziente ed attenta ricerca, si concretizza in un’ importante microstoria, che abbraccia un lungo periodo di vita locale presentata in ogni suo aspetto: organizzazione sociale, cultura, tradizioni, emigrazione, lavori agricoli, attività artigianali, usi e costumi, ambiente e calamità naturali.

Ne risulta un mosaico rappresentativo di una comunità, ancora caratterizzata dalle sue origini “escartonesi”, forte ed operosa, che l’inesorabile passare del tempo ha in parte cancellato, ma di cui è essenziale non perdere memoria. Con questo intento ha operato il gruppo di lavoro del Parco Naturale Val Troncea nella composizione di questa preziosa raccolta, il cui significato viene riassunto da Domenico Rosselli a conclusione della sua prefazione: “Ecco che allora riguardare queste vecchie cartoline assume un valore diverso e diventa un momento di riflessione importante, anche se forse tardivo, sul significato del nostro agire e sul rapporto che ancora ci lega a questo territorio, sulle conseguenze che può avere la trasformazione degli antichi orti delle borgate in parcheggi olimpici”.

Un utilissimo riferimento d’archivio relativo alle 92 immagini che compongono la raccolta, un glossario toponomastico ed una significativa bibliografia completano l’opera.

Ines Castagno

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

   

Newsletter  

   

Login Form  

   

Chi e' online  

Abbiamo 35 visitatori e nessun utente online

   

Statistiche  

Utenti registrati
93
Articoli
366
Web Links
18
Visite agli articoli
743970
   
© La Valaddo - Codice Fiscale 94511020011 - Partita IVA 05342380010